Respirazione Yoga a narici alternate: ricarica di ossigeno ed equilibrio

YOGA E IL RESPIRO A NARICI ALTERNATE: NADI SHODANA

Portare la mascherina a lungo, può farci sentire un po’ annebbiati, magari arriva il mal di testa o un capogiro. Questo è legato all’introduzione con il respiro, dell’anidride carbonica (CO2) appena espirata, che impedisce ai globuli rossi di scaricarsi della CO2 raccolta nei tessuti. Quando la concentrazione della anidride carbonica aumenta oltre la soglia, ci manca l’aria e andiamo in iperventilazione.

NADI SHODANA, la respirazione a narici alternate, può aiutare. Riossigena il sangue, elimina più efficacemente l’anidride carbonica, calma i nervi, abbassa lo stress, rende più lucidi, tranquilli, e facilita il sonno la sera.

I CORSI DI YOGA DI SPAZIO DI LUCE

RESPIRAZIONE YOGA: CREARE LE GIUSTE CONDIZIONI

QUANDO:
Ritagliatevi 10 minuti alla sera.

DOVE:
In un luogo tranquillo e dopo aver arieggiato la stanza. Scegliete una sedia, o mettetevi sul vostro tappetino a gambe incrociate, magari seduti su un cuscino da meditazione.

CONSAPEVOLEZZA DEL RESPIRO

Seduti con la schiena diritta, i dorsi delle mani in appoggio sulle ginocchia, le spalle rilassate, la bocca morbida, il mento leggermente arretrato e gli occhi chiusi o socchiusi. Portate per qualche momento attenzione, consapevolezza al respiro, che arriva libero e spontaneo.

Sentite l’aria fresca che attraversa le narici, quando inspirate e l’aria più tiepida che fuoriesce dal naso, quando espirate. Lo spazio interno che si espande e si allarga, e lo stesso spazio che si restringe e si richiude. Date tempo al vostro respiro di diventare via via più ampio e di ritrovare un ritmo regolare, lento, contando i secondi che dura l’inspiro e i secondi che dura espiro, fino a che inspiro ed espiro saranno uguali.

 

COME ESEGUIRE LA RESPIRAZIONE A NARICI ALTERNATE

Posizionate la punta di indice e medio della mano destra, al centro tra le sopracciglia. e utilizzate la punta del pollice per chiudere la narice destra.
INSPIRATE dalla narice SINISTRA, fino a che l’inspirazione è completa.
Chiudete quindi la narice sinistra, con l’anulare e il mignolo, e aprite la narice DESTRA, per ESPIRARE.
INSPIRATE a DESTRA chiudete e ESPIRATE A SINISTRA e così via. Espiro e inspiro da un lato, espiro e inspiro dall’altro lato.

Restate nell’agio di respirare. Se vi accorgete che diventa faticoso respirare da una sola narice per volta, tornate ad un respiro spontaneo.
Ogni volta che tornate alla narice sinistra per espirare, avete completato un ciclo. Iniziate con 5 cicli fino ad arrivare a contarne 12.
L’inspiro e l’espiro, facile, lento, profondo, dolce, ritmato, silenzioso.

 

QUALI SONO GLI EFFETTI E COME MAI FUNZIONA

I benefici che otteniamo con questa tecnica respiratoria, NADI SHODANA o respirazione a narici alternate, sono molteplici. Ristabiliamo il giusto equilibrio tra acidi e alcali, ossigenando il sangue, calmiamo le tensioni nervose, miglioriamo la normale respirazione e facciamo passare il mal di testa.

Qual’è il meccanismo su cui si basa? Dal momento che la respirazione si effettua attraverso una sola narice per volta, la quantità di aria che arriva ai polmoni si riduce, mentre il volume del sangue che affluisce ai polmoni rimane invariato. cambia il rapporto tra il volume d’aria e quello del sangue nei polmoni: pertanto gli scambi gassosi avvengono in modo più efficace.

FONTE: Anatomia e fisiologia delle tecniche yoga M.M. Gore

 

Per informazioni: Lucia | 347.4274940 | info@spaziodiluce.it
Dal lunedì al giovedì dalle 14.30 alle 18.30. Se non ricevete risposta lasciate un sms, specificando il nome e il motivo della chiamata e verrete richiamati al più presto.

Leave a Reply

Your email address will not be published.